Pacman (Italiano)

From Manjaro Linux
Jump to: navigation, search

⇐ Torna alla Pagina Principale

Panoramica

Pacman è il package manager (gestore pacchetti) utilizzato in Manjaro Linux, mantenuto in gran parte dagli sviluppatori di ArchLinux. Il gestore di pacchetti serve per installare, aggiornare, configurare e rimuovere software. Pacman si utilizza tramite la riga di comando, quindi tutti i comandi elencati sotto richiedono che tu abbia aperto un terminale dal quale lanciarli.

Aggiornare il Sistema

Suggerimento: Questa dovrebbe essere la prima cosa da fare dopo aver installato Manjaro.

Per aggiornare il proprio sistema, inserire il seguente comando nel terminale:

sudo pacman -Syu

Questo comando controllerà che il proprio database sia sincronizzato con il mirror di riferimento, dopodiché confronterà le versioni dei pacchetti presenti nel sistema con quelle presenti nei repository, nel caso in cui differiscano verrà proposto un aggiornamento. Per maggiori informazioni leggere le sezioni successive.

Nel caso in cui siano installati pacchetti provenienti da AUR, tramite yaourt (o altri strumenti come aurman o pacaur), è possibile aggiornare automaticamente anche questi pacchetti insieme al resto del sistema, tramite

yaourt -Syua
Nota: È consigliabile aggiornare con pacman i pacchetti provenienti dai repository e aggiornare con altri strumenti esclusivamente i pacchetti provenienti da AUR, infatti solo con pacman si è assolutamente sicuri che le operazioni siano eseguite nel miglior modo possibile.

Ordinare i mirror

I mirror di Manjaro sono distribuiti in diverse zone del mondo, per connettersi preferibilmente a quelli più veloci è necessario fare un piccolo test a tutti i mirror e classificarli di conseguenza. Tutto questo è svolto in automatico dal comando pacman-mirrors, la cui sintassi di base è

sudo pacman-mirrors -f 10

In questo modo vengono scelti in automatico i 10 mirror più veloci tra quelli aggiornati.

Se si desidera ottenere una lista contenente esclusivamente mirror nella propria zona geografica è possibile aggiungere l'opzione --geoip al suddetto comando.

Attenzione: Dopo l'esecuzione di questo comando è obbligatorio forzare la sincronizzazione del database di pacman, come spiegato nella sezione successiva.

Sincronizzare il database con i repository

I repository sono essenzialmente archivi web che contengono i pacchetti software ed un database che contiene le informazioni relative ad essi, comprese le vicendevoli dipendenze. Il proprio sistema Manjaro ha un database interno di tutti i pacchetti software, ed è in grado di sincronizzare le informazioni (es. versioni delle applicazioni) con quelle disponibili nei repository ufficiali, che vengono raggiunti tramite un mirror di riferimento. Queste informazioni vengono usate dal gestore di pacchetti, per esempio pacman, per trovare e scaricare i software di cui è richiesta l'installazione. Prima che il sistema possa essere aggiornato deve essere aggiornato il database locale, a quel punto il gestore di pacchetti confronterà le versioni dei pacchetti presenti nel database e quelle presente effettivamente nel sistema; nel caso in cui le versioni nel database siano più recenti per alcuni pacchetti tra quelli installati, verrà proposto l'avanzamento di versione (aggiornamento) per quei particolari pacchetti.

Per sincronizzare il proprio database con i repository di Manjaro, inserire il seguente comando nel terminale:

sudo pacman -Sy

Per forzare la sincronizzazione, ignorando lo stato di aggiornamento attuale del database locale:

sudo pacman -Syy

Per sincronizzare i repositories e controllare la presenza di aggiornamenti, inserire il comando:

sudo pacman -Syyu

Cercare i Pacchetti Software

E' possibile anche utilizzare pacman per fare ricerche sui pacchetti software, sia tra quelli disponibili per lo scaricamento dai repository Manjaro , sia tra quelli già installati nel proprio sistema.

Cercare nei Repository di Manjaro

I repository software di Manjaro permettono di trovare informazioni riguardo la disponibilità di qualsiasi software in esso presente. Il prefisso sudo in questo caso non è richiesto poiché per fare una semplice ricerca non vengono richiesti i privilegi di superutente, non dovendo apportare modifiche al sistema. Per ricercare un pacchetto software nei repository ufficiali di Manjaro, la sintassi di base è:

pacman -Ss [nome del pacchetto software]

Per esempio, per consultare i repository e verificare se un editor di testo chiamato Leafpad è disponibile, si dovrebbe inserire il seguente comando:

pacman -Ss leafpad

Questo comando cercherà la stringa 'leafpad' sia nel nome dei pacchetti, sia nelle loro brevi descrizioni, che verranno visualizzate anche nel risultato della ricerca.

Una volta identificato il pacchetto cui si è interessati, è possibile ottenere molte più informazioni a riguardo tramite il comando

pacman -Si [nome esatto del pacchetto software]

Questo comando però richiede il nome esatto del programma, a differenza del precedente.

Cercare nel Proprio Sistema

È anche possibile cercare tra i pacchetti che sono già installati nel proprio sistema. Per informazioni basilari, inserire il seguente comando:

pacman -Qs [nome del pacchetto software]

Si può osservare che questi pacchetti, presenti tra i pacchetti installati, verranno rappresentati come contenuti nel repository local. Per ottenere informazioni più dettagliate su di un pacchetto installato, inserire il seguente comando:

pacman -Qi [nome esatto del pacchetto software]

È possibile ottenere informazioni ancora più dettagliate, inclusi relativi file di backup, oppure la data più recente in cui è stato alterato il pacchetto, inserendo il comando:

pacman -Qii [nome esatto del pacchetto software]

Infine, per un elenco dei pacchetti installati sul proprio sistema, inserire il seguente comando:

pacman -Ql
Nota: L'ultimo comando presentato elenca tutti i pacchetti installati sul sistema, normalmente il numero di questi pacchetti è oltre il migliaio.

In alcune occasioni, per esempio durante aggiornamenti di sistema, potrebbe essere necessario capire a quale pacchetto installato sul sistema fa riferimento un certo file nel filesystem; è possibile vedere il pacchetto di appartenenza tramite

pacman -Qo /percorso/del/file

Dipendenze

Per elencare tutte le dipendenze di un determinato pacchetto software, cioè quali pacchetti sono richiesti per il funzionamento di un determinato software o per una parte di esso, insererire il seguente comando:

pactree [nome esatto del pacchetto software]

Scaricare ed Installare Pacchetti Software

I pacchetti software possono essere scaricati ed installati da diverse fonti, e non solo dai repository ufficiali di Manjaro.

Attenzione: Si ricorda che l'installazione di pacchetti da fonti non ufficiali può esporre il sistema a pericoli, è necessario scegliere con responsabilità le fonti dei propri pacchetti e rammentare che non viene garantito il supporto ufficiale a nessun software che non sia contenuto nei repository.

Pacchetti dai Repository di Manjaro

Per installare pacchetti software, la sintassi di base è:

sudo pacman -S [nome esatto del pacchetto software]

Per esempio, per scaricare ed installare leafpad, deve essere inserito il seguente comando:

sudo pacman -S leafpad
Suggerimento: molti pacchetti software (specialmente applicazioni complesse) richiederanno altri pacchetti software - chiamate dipendenze - che devono essere scaricati ed installati per funzionare. Fortunatamente, pacman li individuerà automaticamente e li installerà.

È possibile anche scaricare i pacchetti software senza necessariamente installarli immediatamente inserendo il seguente comando:

sudo pacman -Sw [nome esatto del pacchetto software]

Se nel file /etc/pacman.conf sono elencati diversi repository, tra cui alcuni del ramo stable e sotto altri del ramo testing (per esempio), pacman darà in automatico la precedenza ai repository del ramo stable durante l'installazione di un pachetto. Per installare un pacchetto dal ramo testing sarà quindi necessario specificare esplicitamente il ramo nel comando di installazione

sudo pacman -S testing/[nome pacchetto]

Per risolvere eventuali problemi, potrebbe essere necessario o consigliabile reinstallare tutti i pacchetti installati attualmente sul sistema, è possibile farlo con un unico comando

sudo pacman -S $(pacman -Qqen)

Pacchetti da AUR (Arch User Repository)

Per installare i pacchetti software da AUR si utilizza solitamente un wrapper di pacman (un'interfaccia a pacman), come yaourt, che accetta la seguente sintassi

yaourt -S [nome del pacchetto software]

In particolare yaourt è compatibile con tutti i comandi di pacman, questo vuol dire che nei comandi precedentemente esposti, si può sostituire pacman con yaourt ed ottenere un risultato equivalente. Vedere AUR per maggiori dettagli.

Nota: Non è possibile usare yaourt con permessi di amministrazione, non è quindi possibile né necessario anteporre sudo a differenza che con pacman.

Pacchetti locali o scaricati da Internet

Per installare pacchetti software già scaricati sul proprio sistema (Il nome del file dovrebbe terminare con l'estensione .pkg.tar.xz), la sintassi di base è

sudo pacman -U [/percorso/del/file/nome_file.pkg.tar.xz]

Per esempio, per installare un pacchetto che si trova nella cartella Scaricati situata nella propria home, dovrebbe essere inserito il seguente comando

sudo pacman -U ~/Scaricati/[nome_pacchetto].pkg.tar.xz

Per installare un pacchetto via URL, effettuandone quindi il download diretto da internet, la sintassi di base è

pacman -U http://[www.dominio.com]/[repository]/[nome_pacchetto].pkg.tar.xz

Rimuovere Pacchetti Software

Per rimuovere pacchetti software, la sintassi di base è

sudo pacman -R [nome del pacchetto software]

Per esempio, per rimuovere l'applicazione Leafpad, si deve inserire il seguente comando

sudo pacman -R leafpad

È anche possibile rimuove i pacchetti con le loro dipendenze, purché tali dipendenze non siano richieste da altri pacchetti. È bene eliminare le dipendenze usate esclusivamente da un pacchetto, se il pacchetto stesso viene rimosso, altrimenti queste diverranno orfani; per disinstallare un pacchetto con le relative dipendenze, inserire il seguente comando:

sudo pacman -Rs [nome esatto del pacchetto software]

Come prassi di sicurezza pacman genera sempre dei file di backup quando vengono rimossi dei pacchetti. Per una più profonda (e pulita) rimozione, che comprenda il pacchetto stesso, i file di backup ed i file di configurazione creati da pacman, inserire il seguente comando

sudo pacman -Rns
Attenzione: Utilizzare questo comando solo se si è certi che le dipendenze giudicate orfane da pacman siano effettivamente rimovibili. Altrimenti, è consigliabile non rimuovere i file di backup prima di aver testato il funzionamento del sistema; i file potranno essere rimossi in seguito come mostrato nelle sezioni successive di questa pagina.

Imparare le opzioni di pacman

È un'ottima idea familiarizzare con le molteplici e potenti funzionalità di pacman. Un elenco globale delle opzioni possibili, con spiegazioni dettagliate ed esempi, come per tutti i programmi, si può trovare tramite

man pacman

Per uscire dall'elenco, premere semplicemente il tasto 'Q'. Allo stesso modo è possibile ottenere spiegazioni su yaourt tramite man yaourt.

Manutenzione del sistema

Impedire l'Aggiornamento di Pacchetti Software

Può succedere che un pacchetto subisca un aggiornamento che ne compromette le funzionalità, in attesa che il problema venga risolto è possibile tenere la versione vecchia del pacchetto, indicando esplicitamente a pacman che si devono ignorare gli aggiornamenti per quel particolare pacchetto. Le impostazioni di pacman che devono essere modificate si trovano nel file /etc/pacman.conf

Per impedire che uno specifico pacchetto sia aggiornato aggiungere il nome esatto del pacchetto alla riga

IgnorePkg=nome_pacchetto

Per indicare più pacchetti si può utilizzare una lista separando i nomi con degli spazi, oppure usare più linee IgnorePkg. È anche possibile anche impedire l'aggiornamento di un intero gruppo di pacchetti

IgnoreGroup=nome_gruppo

Pacchetti Orfani

Per elencare gli orfani - ovvero, pacchetti installati che non sono utilizzati da nessun altro pacchetto e non dovrebbero più servire - inserire il seguente comando:

pacman -Qdt
Nota: Rimuovere i pacchetti orfani è una buona abitudine per mantenere il proprio sistema leggero e pulito, liberando preziosa memoria su disco; al contempo però potrebbe inavvertitamente rimuovere pacchetti che risultano essere in realtà utili al sistema, bisogna quindi valutare con un minimo di attenzione la rimozione di questi pacchetti.

Anzichè doverli rimuovere uno ad uno, il seguente comando li cercherà e li rimuoverà per te:

sudo pacman -Rs $(pacman -Qdtq)

Vedere Orphan Package Removal per un esposizione dettagliata di questo argomento.

Pulire la Cache

Per cache di pacman si intende una sezione del filesystem in cui sono memorizzati i file .pkg.tar.xz di tutte le versioni di tutti i pacchetti che sono stati installati nel sistema. Queste copie vengono tenute per questioni di sicurezza, per esempio per tornare ad una versione precedente di un pacchetto, e di praticità, per esempio durante la reinstallazione di un pacchetto come comportamento predefinito il pacchetto viene disinstallato e poi reinstallato dal file corrispondente contenuto nella cache. Le dimensioni di questo deposito possono crescere a dismisura col passare degli aggiornamenti, è quindi necessario ripulirla regolarmente, per liberare spazio su disco.

Per pulire la cache dei pacchetti scaricati che sono già stati installati, lasciando però tre versioni arretrate come backup, inserire il seguente comando

sudo paccache -rk3

Per pulire la cache dei pacchetti non più installati, senza lasciarne alcuna versione di backup

sudo paccache -ruk0

Nei due comandi consigliati, il numero '3' ed il numero '0' indicano il numero di versioni di backup da mantenere nel sistema.

Voci correlate

Collegamenti esterni